libreria specializzata in arte e architettura
english

email/login

password

ricordami su questo computer

invia


Hai dimenticato la tua password?
inserisci il tuo email/login qui sotto e riceverai la password all'indirizzo indicato.

invia

chiudi

FB twitter googleplus
ricerca avanzata

chiudi

OFFERTA DEL GIORNO

Il Maestro dei bambini turbolenti. Sandro di Lorenzo sculture in terracotta agli albori della Maniera

Perugia, 2020; br., pp. 504, ill. col., cm 20x24.

prezzo di copertina: € 80.00

Il Maestro dei bambini turbolenti. Sandro di Lorenzo sculture in terracotta agli albori della Maniera

Costo totale: € 80.00 € 240.00 aggiungi al carrello carrello

Libri compresi nell'offerta:

Storia delle arti figurative a Faenza. I. Le origini

Faenza, 2006; br., pp. 193, 22 ill. b/n, 98 tavv. col., cm 17x24.

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 25.00)

Storia delle arti figurative a Faenza. I. Le origini

Storia delle arti figurative a Faenza. II. Il Gotico

Faenza, 2007; br., pp. 368, ill. b/n e col., tavv., cm 17x24.

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 40.00)

Storia delle arti figurative a Faenza. II. Il Gotico

Storia delle arti figurative a Faenza. III. Il Rinascimento. Pittura, miniatura, artigianato

Faenza, 2009; br., pp. 296, 225 ill. b/n e col., 225 tavv. b/n e col., cm 17x24.

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 30.00)

Storia delle arti figurative a Faenza. III. Il Rinascimento. Pittura, miniatura, artigianato

Ritratti di imperatori e profili all'antica. Scultura del Quattrocento nel Museo Stefano Bardini

A cura di Nesi A.
Saggio di Francesca Maria Bacci.
Firenze, 2012; br., pp. 199, ill. b/n, tavv. b/n, cm 17x24.
(Museo Stefano Bardini).

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 25.00)

Ritratti di imperatori e profili all'antica. Scultura del Quattrocento nel Museo Stefano Bardini

Il Cinquecento. Parte Prima

Faenza, 2015; br., pp. 332, ill. b/n e col., cm 17x24.
(Storia delle Arti Figurative a Faenza).

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 40.00)

Il Cinquecento. Parte Prima

chiudi

Morandi. L'essenza del Paesaggio

Federico Motta

Alba, Fondazione Ferrero, 16 ottobre 2010 - 16 gennaio 2011.
A cura di Bandera M. C.
Milano, 2010; ril., pp. 223, 100 ill. col., cm 25,5x28,5.
(Cataloghi di Mostra).

collana: Cataloghi di Mostra

ISBN: 88-7179-651-9 - EAN13: 9788871796512

Soggetto: Pittura e Disegno - Monografie

Periodo: 1800-1960 (XIX-XX) Moderno,1960- Contemporaneo

Luoghi: Emilia Romagna

Testo in: testo in  italiano  

Peso: 1.789 kg


Il volume affronta un tema forse poco conosciuto della produzione di questo grande artista, i suoi paesaggi. L'intento è quello di mettere a fuoco la grandezza di Morandi anche come paesaggista.
Le opere presentate sono state selezionate basandosi essenzialmente sulla loro qualità, ma anche secondo i destinatari cui lo stesso Morandi le aveva riservate, in particolare i suoi interpreti, Brandi, Briganti, Longhi, Magnani, Ragghianti, Vitali, e i suoi più importanti collezionisti. La rassegna, inoltre, intende avvalersi delle opere segnalate dai letterati che avvicinarono Morandi, come nel caso di Giorgio Bassani che dedicò una poesia a un paesaggio di Morandi, poi scelto per la copertina delle sue Storie Ferraresi.
Questo progetto editoriale, così come la mostra che accompagna, è stato studiato per mettere in risalto l'itinerario mentale compiuto da Morandi nell'affrontare un tema che gli è peculiare e per permettere al grande pubblico di conoscere e fare proprie la 'poesia' e la grandezza anche di questo aspetto della sua pittura.
Giorgio Morandi nasce il 20 luglio 1890 a Bologna, città dove trascorre tutta la sua vita. Nei primi dipinti, che datano a partire dagli anni dieci, dà prova della sua precoce attenzione per gli impressionisti francesi e in particolare per Cézanne, Derain, Rousseau, Picasso e Braque. Parallelamente, in questi anni formativi, si rivolge alla grande tradizione italiana studiando Giotto, Masaccio, Paolo Uccello e Piero della Francesca. A metà degli anni dieci dipinge opere che attestano una sperimentazione futurista e dal 1918 attraversa, in modo personale, una breve fase metafisica. A partire dagli anni venti inizia un percorso personale che perseguirà con particolare coerenza, ma anche con esiti sempre nuovi, dedicando la sua pittura a solo tre temi: nature morte, paesaggi e fiori. Inizialmente sostenuto e ammirato da letterati, nel 1934 viene eletto "uno dei migliori pittori viventi d'Italia" da Roberto Longhi. Nell'ultimo decennio perviene a una pittura sempre più rarefatta in opere che incarnano e realizzano le parole dell'assunto per cui è diventato famoso: "Non vi è nulla di più astratto del reale". Muore il 18 giugno 1964.
Maria Cristina Bandera è Direttore della Fondazione di Studi di Storia dell'Arte Roberto Longhi di Firenze. Dapprima assistente all'Accademia di Belle Arti Firenze, dal 1985 al 2004 è stata titolare della cattedra di Storia dell'Arte a quelle di Venezia e di Napoli. Da anni si occupa di Giorgio Morandi e su questo argomento ha pubblicato numerosi saggi e curato varie esposizioni: in particolare le mostre Morandi e Firenze. I suoi amici, critici e collezionisti (Firenze, 2005) e, Giorgio Morandi 1890 - 1964 (New York, 2008 e Bologna, 2009).

COMPRA ANCHE



OFFERTE E PROMOZIONI
non disponibile - NON ordinabile

design e realizzazione: Vincent Wolterbeek / analisi e programmazione: Rocco Barisci