libreria specializzata in arte e architettura
english

email/login

password

ricordami su questo computer

invia


Hai dimenticato la tua password?
inserisci il tuo email/login qui sotto e riceverai la password all'indirizzo indicato.

invia

chiudi

FB twitter googleplus
ricerca avanzata

chiudi

OFFERTA DEL GIORNO

Telemaco Signorini. Catalogo Generale Ragionato delle Opere

Pistoia, 2019; ril., pp. 810, 1500 ill. b/n e col., cm 21,5x29,5.

prezzo di copertina: € 240.00

Telemaco Signorini. Catalogo Generale Ragionato delle Opere

Costo totale: € 240.00 € 740.00 aggiungi al carrello carrello

Libri compresi nell'offerta:

Il Pittore Luigi Nono (1850-1918). Catalogo Ragionato dei Dipinti e dei Disegni. La Vita, i Documenti, le Opere

Torino, 2006; 2 voll., ril. in cofanetto, pp. 576, 862 ill. b/n, 117 tavv. col., cm 25x34.
(Varia).

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 250.00)

Il Pittore Luigi Nono (1850-1918). Catalogo Ragionato dei Dipinti e dei Disegni. La Vita, i Documenti, le Opere

Cavaglieri. Catalogo Ragionato dei Dipinti: la Vita e le Opere. Catalogo delle Opere

Torino, 2006; 2 voll., ril. in cofanetto, pp. 608, ill. b/n, 125 ill. col., 125 tavv. col., cm 25x35.
(Archivi dell'Ottocento).

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 250.00)

Cavaglieri. Catalogo Ragionato dei Dipinti: la Vita e le Opere. Catalogo delle Opere

chiudi

Dal fiume al Museo. Il palazzo di Fiorio della Seta e i suoi affreschi fra storia, iconografia e conservazione

ZeL Edizioni

A cura di M. Molteni, G. Adami e Napione E.
Treviso, 2020; br., pp. 240, ill., cm 22x24.

ISBN: 88-87186-44-8 - EAN13: 9788887186444

Soggetto: Architettura e Arte Civile,Pittura,Restauro Tecniche di conservazione Beni Culturali

Periodo: 1400-1800 (XV-XVIII) Rinascimento

Luoghi: Veneto

Testo in: testo in  italiano  

Peso: 1 kg


Il palazzo di Fiorio della Seta, investito dalle acque dell'Adige durante la devastante piena del 1882, è stato oggetto di una delle campagne di stacco di affreschi più imponenti della città di Verona, che ha visto la rimozione, nel 1891, delle pitture che decoravano i tre prospetti principali dell'edificio e la loro conseguente musealizzazione.
L'edificio si affacciava direttamente sull'Adige, all'altezza del ponte Nuovo. Di grandi dimensioni, isolato, affrescato su tutte e quattro le facciate, fu demolito alla fine dell'Ottocento per permettere la costruzione dei muraglioni che impediscono al fiume di tracimare e di allagare la città. Prima del suo abbattimento, una parte dei riquadri pittorici che lo ricoprivano, realizzati da due dei più importanti artisti veronesi del Cinquecento, Domenico Brusasorzi e Bernardino India, furono staccati e ricoverati nella Pinacoteca civica e si possono oggi ammirare in queste sale. Si noti che sono dipinti a monocromo, ora giallo, ora verde, ora bruno, a simulare dei finti rilievi lapidei applicati alle facciate. La tradizione seguita dagli artisti veronesi, infatti, evitava di sfondare illusionisticamente le pareti, ma intendeva anzi rispettare la struttura dell'edificio, fingendo di decorarlo con rilievi o, in qualche caso, con finti quadri delimitati da una cornice. Il visitatore può confrontare gli affreschi superstiti con le tavole acquerellate di Pietro Nanin che raffigurano tre delle facciate originarie del palazzo, del quale è esposta anche una riproduzione tridimensionale.
Ripercorrendo la storia del palazzo, il volume restituisce la figura del committente e dei suoi rapporti sociali e commerciali, la fortuna critica dell'edificio e delle sue decorazioni, il complesso piano iconografico dei dipinti che ne decoravano le facciate e le loro trasformazioni materiali, rilette alla luce della storia del restauro e della diagnostica.

COMPRA ANCHE



OFFERTE E PROMOZIONI
€ 38.00
€ 40.00 -5%

spedito in 24h

Spedizione gratuita in Italia

design e realizzazione: Vincent Wolterbeek / analisi e programmazione: Rocco Barisci