libreria specializzata in arte e architettura
english

email/login

password

ricordami su questo computer

invia


Hai dimenticato la tua password?
inserisci il tuo email/login qui sotto e riceverai la password all'indirizzo indicato.

invia

chiudi

FB twitter googleplus
ricerca avanzata

chiudi

OFFERTA DEL GIORNO

Giuseppe Puglia il Bastaro. Il naturalismo classicizzato nella Roma di Urbano VIII

Presentazione di Erich Schleier.
San Casciano V.P., 2013; cartonato, pp. 200, ill. b/n e col., cm 21x28.

prezzo di copertina: € 77.00

Giuseppe Puglia il Bastaro. Il naturalismo classicizzato nella Roma di Urbano VIII

Costo totale: € 77.00 € 152.00 aggiungi al carrello carrello

Libri compresi nell'offerta:

Rosalba Carriera 1673-1757. Maestra del Pastello nell'Europa Ancien Régime

Torino, 2007; ril., pp. 394, 425 ill. b/n, 17 tavv. col., cm 22x31.
(Archivi di Arte Antica).

OMAGGIO (prezzo di copertina: € n.d.)

Rosalba Carriera 1673-1757. Maestra del Pastello nell'Europa Ancien Régime

chiudi

Herbert Hamak. Ultramarinblau Dunkel Pb 29.77007. Una installazione sui camminamenti di Castelvecchio. An Installation over the Walkways of Castelvecchio

Herbert Hamak. Ultramarinblau Dunkel Pb 29.77007. Una installazione sui camminamenti di Castelvecchio. An Installation over the Walkways of Castelvecchio

Marsilio

Verona, Museo di Castelvecchio, 19 marzo - 30 ottobre 2007.
Testo Italiano e Inglese.
Venezia, 2007; br., pp. 48, ill. col., tavv. col., cm 24x30.

ISBN: 88-317-9327-6 - EA7N: 9788831793278

Soggetto: Città,Collezioni,Fotografia,Scultura e Arti Decorative - Monografie

Periodo: 1960- Contemporaneo

Luoghi: Veneto

Testo in: testi in  inglese, italiano  testi in  inglese, italiano  

Peso: 0.38 kg


Herbert Hamak studia alla Scuola d'arte di stato a Francoforte dal 1972 al 1980. Gli anni di formazione sono posti sotto gli auspici classici degli insegnamenti tradizionali. Grazie all'atmosfera sperimentale e d'avanguardia che respirava pienamente nell'ambito sia scolastico che sociale, il giovane artista ha modo di confrontarsi con gli allora attuali e fondamentali movimenti concettuali, cui il suo lavoro d'esordio fa riferimento in quei brevi anni. Dopo una fase intellettualmente ricca di spunti e riflessioni sulla possibilità di un nuovo modo di dipingere, medita lungamente sulle potenzialità della pittura stessa. Grazie alla profonda analisi frutto delle frequentazioni di vari ambienti artistici e delle avanguardie concettuali, Hamak, già dalla metà degli anni Settanta, torna a utilizzare la pittura. Se, infatti, in un primo momento il suo il dipingere includeva la presenza di una possibile figura, progressivamente, si fa sempre più astratto e volge verso una sostanziale monocromia luministica che inizia a prendere in forte considerazione, la materia, la trasparenza e la luce. Dal 1978, per poter coniugare questa problematica all'analisi classica del dipingere e, al tempo stesso, filtrarla attraverso un forte significato concettuale, sceglie di utilizzare la cera come materia emblematica del suo lavoro. Questa materia proveniente dallo studio della tradizione e della tecnica antica - ma così significante e simbolicamente forte - oltrepassa la sontuosa esteticità...

non disponibile - NON ordinabile

COMPRA ANCHE



OFFERTE E PROMOZIONI

design e realizzazione: Vincent Wolterbeek / analisi e programmazione: Rocco Barisci