libreria specializzata in arte e architettura
english

email/login

password

ricordami su questo computer

invia


Hai dimenticato la tua password?
inserisci il tuo email/login qui sotto e riceverai la password all'indirizzo indicato.

invia

chiudi

FB twitter googleplus
ricerca avanzata

chiudi

OFFERTA DEL GIORNO

Raffaello 1520-1483.

Roma, Scuderie del Quirinale, 5 marzo - 2 giugno 2020.
A cura di Marzia Faietti e Matteo Lafranconi.
Milano, 2020; br., pp. 544, 400 ill. col., cm 22x28.
(Cataloghi di Arte Antica).

prezzo di copertina: € 46.00

Raffaello 1520-1483.

Costo totale: € 43.70 aggiungi al carrello carrello

Libri compresi nell'offerta:

La cucina vip. Alessandro Circiello, le ricette per le star

Milano, 2012; br., pp. 128, ill., cm 15x19.
(Chef!).

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 12.90)

La cucina vip. Alessandro Circiello, le ricette per le star

chiudi

Progetti per luoghi

Progetti per luoghi

Alinea Editrice

A cura di L. Ferrari.
Firenze, 2009; br., pp. 144, ill. b/n e col., cm 28,5x23,5.

ISBN: 88-6055-463-2 - EA7N: 9788860554635

Soggetto: Edilizia e Materiali,Saggi (Arte o Architettura),Urbanistica e Viabilità

Testo in: testo in  italiano  

Peso: 0.76 kg


I lettori si chiederanno perché ancora un libro che documenta tesi di laurea? Semplicemente in quanto - di tutto il lavoro che gli studenti svolgono nel corso dei loro studi di architettura - è quello che più si avvicina al significato delle parole di Louis I. Kahn: l'idea compositiva, la battaglia, il progetto - consapevoli che il "primo segno sulla carta è già qualcosa di meno".
Le illustrazioni riguardano una selezione di immagini significative di ogni tesi e sono tratte quasi esclusivamente dagli elaborati grafici conclusivi, essendo il materiale preparatorio di dimensioni a volte imponente; il contenimento del materiale illustrativo è imposto da ragioni di spazio che non consente quindi di documentare completamente il "lavoro" di tesi.
I progetti sono accompagnati da un breve testo che semplifica la lettura dei grafici e che potrebbe anche rappresentare - non per caso - una guida logico-cronologica, utile cioè a comprendere la natura dei problemi da affrontare e le questioni da risolvere e l'ordine di priorità con il quale affrontare e risolvere la progressiva successione di scelte.
Non sembra opportuno, in questa sede, riaffermare principi teorici, o linee di metodo, già illustrati sia nella postfazione - o forse lezione? - a Opere e progetti di scuola fiorentina, recentemente edito, sia nell'intervista data a Fabio Fabbrizzi per il volume Paesaggio Topografia Città (di ancor più recente edizione) ed esaurientemente esposte anche in testi più vecchi o nel corso delle tante lezioni in quasi cinquant'anni di Scuola; desideriamo solo - per evitare equivoci - fornire ai nostri studenti alcune "istruzioni per l'uso", cioè una chiave per la lettura dei lavori.
La prima: i progetti illustrati non sono "esempi da imitare", ma solamente sintesi di altri - singoli o gruppi - da esaminare, per andare oltre proponendo nuove sintesi razionali. La seconda: perché procedere dal "generale al particolare": molte volte - anzi quasi sempre - in sede didattica si privilegia il criterio "compositivo" che - appunto - tende a privilegiare un iter per successive scale dimensionali dal "particolare al generale". Nella convinzione che questo è deviante nei risultati e anti-operativo per definizione, il criterio segnalato - che per la prima volta ascoltai nelle lezioni di Adalberto Libera che insegnò a Firenze negli anni cinquanta - è quello in uso nella prassi progettuale di una "successione" di scelte sempre interrelate, e progressivamente scalari dal "generale al particolare".
La terza: perché privilegiare un'area di intervento fortemente "caratterizzata" e/o "storicizzata"; qualunque area anche la più neutra - di espansione - può offrire un input morfologico (percorsi - direzioni - orientamenti, ecc.), così come la conoscenza della storia dell'architettura e della critica attuale offre un input tipologico-funzionale e/o formale. Ma solo aree molto caratterizzate (per la forza di un ambiente naturale, per il fascino di un waterfront, per la suggestione di una preesistenza urbana), nelle quali collocare il progetto scaturito dall'idea - dal concept iniziale - possono sollecitare e contribuire alla definizione di un linguaggio personale, fatto di "relazione" e non di "pura invenzione", o di "pura imitazione".
E questo, nuovamente, per ottenere soluzioni di problemi che garantiscono quell'esperienza attiva prima citata, cioè "capacità di analisi, di sapienza interpretativa dei dati derivanti, e di moderna sintesi della eterna triade vitruviana nella traduzione progettuale della Tesi nella Tesi - naturalmente l'originalità non guasta

€ 20.00 -70%
€ 6.00

spedito in 24h


COMPRA ANCHE



OFFERTE E PROMOZIONI

design e realizzazione: Vincent Wolterbeek / analisi e programmazione: Rocco Barisci