libreria specializzata in arte e architettura
english

email/login

password

ricordami su questo computer

invia


Hai dimenticato la tua password?
inserisci il tuo email/login qui sotto e riceverai la password all'indirizzo indicato.

invia

chiudi

FB twitter googleplus
ricerca avanzata

chiudi

OFFERTA DEL GIORNO
Il Maestro dei bambini turbolenti. Sandro di Lorenzo sculture in terracotta agli albori della Maniera

Costo totale: € 80.00 € 240.00 aggiungi al carrello carrello

Libri compresi nell'offerta:

Storia delle arti figurative a Faenza. II. Il Gotico

Faenza, 2007; br., pp. 368, ill. b/n e col., tavv., cm 17x24.

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 40.00)

Storia delle arti figurative a Faenza. II. Il Gotico

Ritratti di imperatori e profili all'antica. Scultura del Quattrocento nel Museo Stefano Bardini

A cura di Nesi A.
Saggio di Francesca Maria Bacci.
Firenze, 2012; br., pp. 199, ill. b/n, tavv. b/n, cm 17x24.
(Museo Stefano Bardini).

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 25.00)

Ritratti di imperatori e profili all'antica. Scultura del Quattrocento nel Museo Stefano Bardini

Storia delle arti figurative a Faenza. I. Le origini

Faenza, 2006; br., pp. 193, 22 ill. b/n, 98 tavv. col., cm 17x24.

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 25.00)

Storia delle arti figurative a Faenza. I. Le origini

Storia delle arti figurative a Faenza. III. Il Rinascimento. Pittura, miniatura, artigianato

Faenza, 2009; br., pp. 296, 225 ill. b/n e col., 225 tavv. b/n e col., cm 17x24.

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 30.00)

Storia delle arti figurative a Faenza. III. Il Rinascimento. Pittura, miniatura, artigianato

Il Cinquecento. Parte Prima

Faenza, 2015; br., pp. 332, ill. b/n e col., cm 17x24.
(Storia delle Arti Figurative a Faenza).

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 40.00)

Il Cinquecento. Parte Prima

chiudi

Sapere Tecnico-Sapere Locale. Conoscenza, Identificazione, Scenari per il Progetto

Sapere Tecnico-Sapere Locale. Conoscenza, Identificazione, Scenari per il Progetto

Alinea Editrice

A cura di Balletti F.
Firenze, 2007; br., pp. 240, ill. b/n e col., cm 15x21.
(Luoghi. 20).

collana: Luoghi

ISBN: 88-6055-167-6 - EA7N: 9788860551672

Soggetto: Saggi (Arte o Architettura)

Testo in: testo in  italiano  

Peso: 0.54 kg


Il volume, curato da Franca Balletti, affronta il complesso argomento che vede, spesso come antagonisti, chi il Paesaggio lo progetta, chi lo studia, chi lo modifica e chi il Paesaggio, lo vive. Il lavoro analizza come tutto questo possa coesistere, basta volerlo. In sintesi: partecipazione! Problema di non facile soluzione certo; di difficile applicazione, forse; ma una, se non l'unica, strada indicata dalla Convenzione Europea del Paesaggio come percorribile. E' un lavoro tecnico, rigoroso scientificamente utile ai tecnici e a chi sul territorio decide, ma accessibile anche a chi, non completamente addentro alle discipline, sia desideroso di comprendere meglio i meccanismi che regolano il mondo in cui vive. Dato che gli strumenti di pianificazione e di progetto, cui è dovuta in larga misura la qualità contemporanea dell'abitare, sono ancora il frutto di processi di governo fondati sulla centralità del ruolo degli amministratori e dei tecnici che solo occasionalmente, e spesso in modo strumentale, si confrontano con il "terzo attore" e con il suo "quadro di vita". Le comunità locali, i soggetti che non hanno voce, la gente comune, restano esclusi non solo dalla formazione del quadro decisionale ma persino dalla fase di identificazione dei bisogni che le politiche pubbliche dovrebbero soddisfare. E' un problema di dialogo con la scala locale, quella alla quale si esprimono le esigenze individuali e comunitarie più vicine alla dimensione quotidiana del vivere urbano e dove sono maggiormente riconoscibili le peculiarità del caleidoscopio di paesaggi che compongono il nostro territorio. L'attenzione verso questi aspetti permetterebbe di superare nel progetto il rischio di standardizzare i fabbisogni, di omologare i modelli insediativi e di impostare pratiche di sviluppo "esogene". Ma è anche un problema di linguaggio. Il ricorso a codici linguistici e tecniche di rappresentazione che appartengono al sapere esperto limita la decodificazione e l'interpretazione delle politiche e degli strumenti di piano e di progetto agli specialisti, che restano i soli mediatori - non sempre super partes - per cogliere e spiegare contenuti e significati delle strategie di trasformazione del territorio, in atto o potenziali, decise secondo logiche di razionalità "esterna" ai luoghi. Deve allora entrare in gioco la "dimensione partecipativa" che si pone come atout strategico in un momento di crisi delle forme consolidate di democrazia rappresentativa, nel caso in cui non sia intesa solo come strumento di informazione, comunicazione, sensibilizzazione degli attori e del pubblico, ma assuma il ruolo di forma di coinvolgimento e discussione, finalizzata all'intervento attivo nella definizione del quadro decisionale

€ 12.00
€ 25.00 -52%

spedito in 24h


COMPRA ANCHE



OFFERTE E PROMOZIONI

design e realizzazione: Vincent Wolterbeek / analisi e programmazione: Rocco Barisci