libreria specializzata in arte e architettura
english

email/login

password

ricordami su questo computer

invia


Hai dimenticato la tua password?
inserisci il tuo email/login qui sotto e riceverai la password all'indirizzo indicato.

invia

chiudi

FB twitter googleplus
ricerca avanzata

chiudi

OFFERTA DEL GIORNO
Il Maestro dei bambini turbolenti. Sandro di Lorenzo sculture in terracotta agli albori della Maniera

Costo totale: € 80.00 € 240.00 aggiungi al carrello carrello

Libri compresi nell'offerta:

Storia delle arti figurative a Faenza. II. Il Gotico

Faenza, 2007; br., pp. 368, ill. b/n e col., tavv., cm 17x24.

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 40.00)

Storia delle arti figurative a Faenza. II. Il Gotico

Ritratti di imperatori e profili all'antica. Scultura del Quattrocento nel Museo Stefano Bardini

A cura di Nesi A.
Saggio di Francesca Maria Bacci.
Firenze, 2012; br., pp. 199, ill. b/n, tavv. b/n, cm 17x24.
(Museo Stefano Bardini).

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 25.00)

Ritratti di imperatori e profili all'antica. Scultura del Quattrocento nel Museo Stefano Bardini

Storia delle arti figurative a Faenza. I. Le origini

Faenza, 2006; br., pp. 193, 22 ill. b/n, 98 tavv. col., cm 17x24.

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 25.00)

Storia delle arti figurative a Faenza. I. Le origini

Storia delle arti figurative a Faenza. III. Il Rinascimento. Pittura, miniatura, artigianato

Faenza, 2009; br., pp. 296, 225 ill. b/n e col., 225 tavv. b/n e col., cm 17x24.

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 30.00)

Storia delle arti figurative a Faenza. III. Il Rinascimento. Pittura, miniatura, artigianato

Il Cinquecento. Parte Prima

Faenza, 2015; br., pp. 332, ill. b/n e col., cm 17x24.
(Storia delle Arti Figurative a Faenza).

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 40.00)

Il Cinquecento. Parte Prima

chiudi

Matisse e Bonnard. Viva la pittura!

Matisse e Bonnard. Viva la pittura!

Skira

Roma, Complesso del Vittoriano, 6 ottobre 2006 - 4 febbraio 2007.
Milano, 2006; ril., pp. 500, ill. b/n, 214 tavv. col., cm 25x29.
(Arte Moderna. Cataloghi).

collana: Arte Moderna. Cataloghi

ISBN: 88-7624-930-3 - EA7N: 9788876249303

Soggetto: Fotografia,Pittura

Periodo: 1800-1960 (XIX-XX) Moderno

Luoghi: Nessun Luogo

Testo in: testo in  italiano  

Peso: 2.934 kg


Questa frase, scritta con grande irritazione da Henri Matisse sul testo di un articolo di giornale che, dopo la morte di Bonnard, metteva in discussione la 'modernità' di quest'ultimo interpretato in modo retrogrado come l'ultimo degli impressionisti, ci rivela più di tutto la sostanza del rapporto che unì i due grandi, solitari, pittori del '900.
I due artisti si tennero infatti sempre in relazione fra di loro, scambiandosi idee e opinioni su una visione dell'arte che li accomunava: una pittura cioè che non temeva di esistere al di fuori delle grandi battaglie storiche delle Avanguardie del '900, e che, più che porsi sul terreno di un dibattito ideologico sulla rappresentazione della realtà, cercava il proprio scopo e il proprio significato all'interno del quadro stesso, intendendo l'arte non come imitazione o interpretazione della vita, ma come la trascrizione dell'emozione provata dall'artista di fronte a uno spettacolo.
Le famose frasi di Matisse "L'arte è una comoda poltrona" o di Bonnard "La pittura non è altro che il piacere di dipingere" vanno lette, dunque, come l'espressione di un concetto comune ai due artisti, per cui l'artista non deve sottomettersi alla natura e alle sue regole, ma solo ed esclusivamente a quelle del suo dipinto.
Della loro relazione rimane un carteggio, documento inestimabile di un'amicizia, che inizia con una cartolina inviata da Matisse a Bonnard con scritto semplicemente: "Viva la pittura!" e, diventato assai più intenso negli anni della guerra (quando entrambi gli artisti vivevano in grandi difficoltà nel Midi della Francia), termina, poco prima della morte di Bonnard, con una lettera di quest'ultimo che si rallegra di avere di fronte i due quadri (l'Asie e la Dame à la robe blanche) che lui aveva tanto apprezzato e che Matisse gli aveva inviato tramite Lydia Delectorskaja.
Questa mostra vuole esporre in parallelo le opere dei due grandi artisti, così lontani fra di loro nell'espressione formale delle loro tele, ma così vicini e simili nell'idea di pittura che volevano esprimere.

non disponibile - NON ordinabile

COMPRA ANCHE



OFFERTE E PROMOZIONI

design e realizzazione: Vincent Wolterbeek / analisi e programmazione: Rocco Barisci