art and architecture bookstore
italiano

email/login

password

remember me on this computer

send


Forgot your password?
Insert your email/login here and receive it at the given email address.

send

chiudi

FB twitter googleplus
ricerca avanzata

chiudi

DEAL OF THE DAY

Giulio Cesare Procaccini. Life and works

Edited by D'Albo O. and Brigstocke H.
English Text.
Torino, 2020; bound, pp. 526, b/w ill., b/w and col. plates, cm 24x34.
(Varia).

cover price: € 90.00

Giulio Cesare Procaccini. Life and works

Total price: € 90.00 € 810.97 add to cart carrello

Books included in the offer:

Jacopo Bassano. Vol. 1: Jacopo Bassano. Scritti (1964-1995)

Edited by Romani V.
Padova, 1995; 2 vols., paperback in a case, pp. 850, 367 numbered b/w and col. ill., cm 25x34.
(Università di Padova. Dipartimento di Storia delle Arti Visive e della Musica. Pittura del Rinascimento nell'Italia Settentrionale. 2).

FREE (cover price: € 237.57)

Jacopo Bassano. Vol. 1: Jacopo Bassano. Scritti (1964-1995)

Jacopo Bassano. Tavole (1531-1568)

Edited by Ballarin A.
Padova, 1996; 3 vols., bound in a case, pp. 1412, ill., col. plates, cm 25x34.
(Università di Padova. Dipartimento di Storia delle Arti Visive e della Musica. Pittura del Rinascimento nell'Italia Settentrionale. 3).

FREE (cover price: € 483.40)

Jacopo Bassano. Tavole (1531-1568)

chiudi

Dai Medici ai Rothschild. Mecenatismo e collezionismo dei grandi banchieri

Skira

Milano, Gallerie d'Italia, November 17, 2022 - March 26, 2023.
Edited by F. Mazzocca.
Milano, 2022; hardback, pp. 384, 230 col. ill., cm 24x28.

ISBN: 88-572-4849-6 - EAN13: 9788857248493

Subject: Collections,Essays (Art or Architecture),Painting

Period: 1400-1800 (XV-XVIII) Renaissance,1800-1960 (XIX-XX) Modern Period

Languages:  italian text  

Weight: 0.65 kg


Da Cosimo e Lorenzo de' Medici a Edmond de Rothschild, ad Andrew e Paul Mellon, molti dei maggiori mecenati e collezionisti di tutti i tempi sono stati dei grandi banchieri che hanno voluto consacrare la loro ascesa sociale gareggiando con l'aristocrazia e i sovrani nel proteggere e incoraggiare gli artisti, anche acquistando le loro opere. Alcune di queste collezioni sono andate disperse, altre invece sono confluite nei musei e altre infine, giunte sino a noi, sono ancora possedute dagli eredi di coloro le avevano realizzate.
Dai Medici ai Rothschild offre l'occasione per originali approfondimenti e per una riconsiderazione nei secoli di questo fenomeno attraverso l'analisi dei personaggi più significativi, quelli che hanno segnato in modo incisivo la storia del collezionismo e del gusto. Il punto di partenza privilegiato è il Rinascimento, che ha visto dominare sulla scena italiana ed europea le grandi famiglie dei banchieri toscani e romani (Medici, Davanzati, Portinari, Baroncelli, Arnolfini, Chigi); nel Seicento il collezionismo annovera le importanti figure di Vincenzo Giustiniani e Ottavio Costa, entrambi banchieri di origini genovesi ma attivi soprattutto a Roma (Vincenzo Giustiniani, in particolare, fu sostenitore e collezionista di Caravaggio). L'Ottocento ha visto un incredibile incremento del fenomeno, diffuso in tutta Europa grazie a nuove famiglie di banchieri sempre più influenti, da Moritz von Fries (collezionista di Raffaello, Reni, Van Dyck, Rembrandt, ma anche mecenate e protettore di Beethoven e Schubert) alla potentissima dinastia dei Rothschild che ha fatto del collezionismo, sia di arte antica che contemporanea, una vera e propria vocazione. Infine, nel Novecento, le figure di John Pierpont Morgan, di Andrew Mellon e del figlio Paul hanno dato prova di una capacità e di un impegno eccezionali, anche nel tradurre sul versante pubblico il collezionismo privato, come dimostrano le loro raccolte che sono confluite in musei dal profilo internazionale: la Pierpont Morgan Library di New York, la National Gallery di Washington, Il Mellon Center for British Art dell'Università di Yale e il Virginia Museum of Fine Arts di Richmond.

YOU CAN ALSO BUY



SPECIAL OFFERS AND BESTSELLERS

design e realizzazione: Vincent Wolterbeek / analisi e programmazione: Rocco Barisci