art and architecture bookstore
italiano

email/login

password

remember me on this computer

send


Forgot your password?
Insert your email/login here and receive it at the given email address.

send

chiudi

FB twitter googleplus
ricerca avanzata

chiudi

DEAL OF THE DAY

Alessandro Turchi detto l'Orbetto (1578-1649). Catalogo generale.

Edited by Scaglietti Kelescian D.
Trento, 2019; paperback, pp. 534, b/w and col. ill., cm 24x30.
(Territori d'Arte).

cover price: € 74.00

Alessandro Turchi detto l'Orbetto (1578-1649). Catalogo generale.

Total price: € 74.00 € 222.00 add to cart carrello

Books included in the offer:

Vincenzo Meucci

Co-Editore: Cassa di Risparmio di Firenze.
Firenze, 2015; hardback, pp. 304, col. ill., cm 25x29,5.
(Arte).

FREE (cover price: € 50.00)

Vincenzo Meucci

Giovan Antonio Dosio Da San Gimignano Architetto e Scultor Fiorentino tra Roma, Firenze e Napoli

Edited by Emanuele Barletti.
Photographs by BACHerin Paolo and Saverio De Meo.
Prima edizione 2011.
Firenze, 2011; bound, pp. 844, b/w and col. ill., tavv., cm 24x28,5.

FREE (cover price: € 98.00)

Giovan Antonio Dosio Da San Gimignano Architetto e Scultor Fiorentino tra Roma, Firenze e Napoli

chiudi

Il legno degli angeli. Aniello Stellato e la scultura lignea nella Napoli di primo Seicento

Arte'm

Napoli, 2022; paperback, pp. 232, 300 col. ill., cm 24x30.

ISBN: 88-569-0861-1 - EAN13: 9788856908619

Subject: Essays (Art or Architecture),Sculpture,Wood (Frames, Carving, Furniture, Tarsia)

Period: 1400-1800 (XV-XVIII) Renaissance

Places: Campania,Naples

Languages:  italian text  

Weight: 2 kg


La Napoli di primo ’600 è ormai a tutti nota per ciò che riguarda la pittura, l’architettura o la scultura in marmo e in bronzo – da Caravaggio, Ribera e Stanzione sino a Fanzago, Lanfranco e Giordano – ma non lo è per nulla per quanto riguarda una produzione, quella delle sculture in legno intagliato, dipinto e dorato, che pure dové avere un’importanza notevole nel panorama artistico locale, ma sul cui apprezzamento ha forse pesato il legame più forte ed esplicito con le esigenze della Chiesa della Controriforma, lo stato di conservazione stesso dei manufatti, spesso resi illeggibili da strati di restauri di tipo devozionale, e l’identificazione distorta della scultura in legno come una forma di artigianato “popolare”. Eppure agli inizi del ’600 questa produzione doveva aver raggiunto livelli di qualità, inventiva e perizia tecnica tali da essere apprezzata ed esportata non solo in tutto il Viceregno, ma in molte regioni d’Italia e sino in Spagna e nelle “Indie”; ed anche sotto il profilo dei costi uno dei suoi prodotti di maggior successo come un Angelo custode poteva allora costare quanto una buona pala d’altare. Il lavoro che qui si presenta ha l’obiettivo di rivalutare e riordinare su basi scientifiche e documentarie questo panorama e l’ambizione di ricostruire (a valle di vent’anni di studio negli archivi e sul territorio) le diverse botteghe d’intagliatori operosi in città e specie quella del maggiore fra essi, Aniello Stellato, ritessendo così le fila d’una storia sin qui ritenuta “minore”, dall’organizzazione corporativa delle botteghe sino al mercato della devozione, alla fortuna delle nuove iconografie e al protagonismo degli Ordini.

YOU CAN ALSO BUY



SPECIAL OFFERS AND BESTSELLERS

design e realizzazione: Vincent Wolterbeek / analisi e programmazione: Rocco Barisci