libreria specializzata in arte e architettura
english

email/login

password

ricordami su questo computer

invia


Hai dimenticato la tua password?
inserisci il tuo email/login qui sotto e riceverai la password all'indirizzo indicato.

invia

chiudi

FB twitter googleplus
ricerca avanzata

chiudi

OFFERTA DEL GIORNO

La collezione dei bronzi del Museo Civico Medievale di Bologna

San Casciano V. P., 2017; br., pp. 402, tavv. col., cm 21,5x30.

prezzo di copertina: € 150.00

La collezione dei bronzi del Museo Civico Medievale di Bologna

Costo totale: € 150.00 € 500.00 aggiungi al carrello carrello

Libri compresi nell'offerta:

Repertorio della Scultura Fiorentina del Cinquecento

A cura di Pratesi G.
Biografie a cura di Nicoletta Pons.
Torino, 2003; 3 voll., ril. in cofanetto, pp. 795, ill., cm 21x30,5.
(Archivi di Arte Antica).

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 350.00)

Repertorio della Scultura Fiorentina del Cinquecento

chiudi

L'Arte della Moda. L'Età dei Sogni e delle Rivoluzioni 1789-1968

Dario Cimorelli Editore

Forlì, Musei San Domenico, 18 marzo - 2 luglio 2023.
A cura di Cristina Acidini, Fabiana Giacomotti, Fernando Mazzocca.
Milano, 2023; br., pp. 384, 400 ill. col., cm 23x28.

EAN13: 9791255610014

Soggetto: Pittura,Scultura,Tessuti (Arazzi, Tappeti, Ricami)

Periodo: 1800-1960 (XIX-XX) Moderno,1960- Contemporaneo

Testo in: testo in  italiano  

Peso: 1 kg


La moda dipinta, ritratta, scolpita, realizzata dai grandi artisti. L'abito che modella, nasconde, dissimula e promette il corpo. L'abito come segno di potere, di ricchezza, di riconoscimento, di protesta. Come cifra distintiva di uno stato sociale o identificativa di una generazione. La moda come opera e comportamento.
La sintesi tra opera d'arte e moda l'ha ben definita Oscar Wilde: "O si è un'opera d'arte o la si indossa".
Se il legame tra abito e ruolo sociale è proprio di tutte le civiltà organizzate, il cambiamento costante della moda è l'effetto di un lungo processo storico e segna l'avvio della modernità. Mostrare i segni della ricchezza e del potere, far vedere ed essere visti, assume con l'Ancien Régime un significato programmatico e comunicativo. Nel Settecento la moda diventa moderna e diffusa tra classi sociali diverse. Come oggetto di consumo sempre più esteso, modifica la sua diffusione e nascono i negozi e, da essi, i grandi magazzini e tutto il sistema di rappresentazione e di comunicazione dell'abbigliamento. Cambiano gli stili e cambiano i materiali. Si aprono nuove produzioni. Dalla fine dell'Ottocento e per tutto il Novecento il rapporto si fa più intenso: artisti che disegnano abiti, stilisti che collezionano opere d'arte e ne fanno oggetto di ispirazione. Il rapporto tra arte e moda va da quel momento incrementandosi in un gioco delle parti che porterà la moda stessa a diventare un'arte, in rimandi che dal secondo Novecento fanno dell'intera storia dell'arte la propria creativa, perenne contemporaneità.
Mai come nel Novecento le vicende della moda si sono identificate con i temi della politica, del cambiamento sociale, della cultura, assumendo il ruolo autonomo, espressivo di ideologie e sentimenti, movimenti e aspirazioni.
Opere di Reynolds, Batoni, Hayez, Canova, Molteni, Sala, Boldini, Lega, Signorini, Borrani, Caillebotte, Tissot, Sargent, De Nittis, Zandomeneghi, Corcos, Bonzagni, Boccioni, Balla, Severini, Bucci, Casorati, Martini, de Chirico, Melotti, Fontana, Campigli, Mondrian, Picasso, Matisse, Delaunay.
Abiti e accessori di Maison Collot, Lanza, Sartoria Ventura, Poiret, Fortuny, Balla, Depero, Chanel, Lanvin, Worth, Monaci Gallenga, Dior, Ferré, Valentino, Ferragamo, Capucci, Schon, Marucelli, Saint Laurent, Balestra.

COMPRA ANCHE



OFFERTE E PROMOZIONI

design e realizzazione: Vincent Wolterbeek / analisi e programmazione: Rocco Barisci