libreria specializzata in arte e architettura
english

email/login

password

ricordami su questo computer

invia


Hai dimenticato la tua password?
inserisci il tuo email/login qui sotto e riceverai la password all'indirizzo indicato.

invia

chiudi

FB twitter googleplus
ricerca avanzata

chiudi

OFFERTA DEL GIORNO

Sebastiano Mazzoni. Catalogo ragionato

A cura di Binda A.
Soncino, 2019; br., pp. 400, 100 ill. b/n, 112 ill. col., cm 24,5x34,5.
(I Cardini).

prezzo di copertina: € n.d.

Sebastiano Mazzoni. Catalogo ragionato

Costo totale: € 220.00 € 624.90 aggiungi al carrello carrello

Libri compresi nell'offerta:

Pittura di Ritratto a Roma. II Seicento

Roma, 2008; 3 voll., ril. in cofanetto, pp. 824, 1137 ill. b/n e col., cm 24,5x27,5.

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 380.00)

Pittura di Ritratto a Roma. II Seicento

La buona cucina toscana

Firenze, 2010; ril., cm 20x27.

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 24.90)

La buona cucina toscana

chiudi

Lexia. Rivista di semiotica. Censura-censorship vol. 21-22

Aracne Editrice

A cura di Leone M.
Roma, 2015; br., pp. 392, ill., cm 17x24.

ISBN: 88-548-9127-4 - EAN13: 9788854891272

Testo in: testo in  italiano  

Peso: 1.28 kg


Concepire il mondo semioticamente come un dualismo di significante e significato, o come un trialismo di representamen, interpretante e oggetto, implicitamente suggerisce una definizione allargata di censura: vi è censura in ogni scelta di significante che tarpa il significato, in ogni ambito interpretativo o comunicativo che incanala il flusso della semiosi. Questa teorizzazione astratta della censura ha un rischio e un vantaggio. Da un lato, è importante distinguere i casi in cui la costrizione del linguaggio risponde all'intenzionalità di una prepotenza: qualcosa non è detto, dipinto, filmato, musicato, o addirittura non è pensato, o è pensato solo a metà, perché urta gli interessi di un'agentività minacciosa, gerarchicamente superiore, capace d'infliggere danno e dolore. Una riflessione semiotica seria sulla censura non può distogliere gli occhi dal problema del potere e dei suoi abusi. Dall'altro lato, pensare alla censura come dimensione semiotica aiuta a meglio identificare la sua tragedia ultima, che non consiste tanto nel dolore che infligge, o nella frustrazione che provoca, ma nell'ottusità che dissemina nel lungo periodo della storia della cultura. Una semiotica della censura è allora principalmente ricognizione delle forze che, nella storia, reprimono la libera innovazione del senso e, con essa, l'umanità.

COMPRA ANCHE



OFFERTE E PROMOZIONI
€ 35.00

spedito in 2/3 sett.


design e realizzazione: Vincent Wolterbeek / analisi e programmazione: Rocco Barisci