libreria specializzata in arte e architettura
english

email/login

password

ricordami su questo computer

invia


Hai dimenticato la tua password?
inserisci il tuo email/login qui sotto e riceverai la password all'indirizzo indicato.

invia

chiudi

FB twitter googleplus
ricerca avanzata

chiudi

OFFERTA DEL GIORNO

Giulio Cesare Procaccini. Life and works

A cura di D'Albo O. e Brigstocke H.
Testo Inglese.
Torino, 2020; ril., pp. 526, ill. b/n, tavv. b/n e col., cm 24x34.
(Varia).

prezzo di copertina: € 200.00

Giulio Cesare Procaccini. Life and works

Costo totale: € 190.00 aggiungi al carrello carrello

Libri compresi nell'offerta:

Jacopo Bassano. Vol. 2: Jacopo Bassano. Tavole (1531-1568)

A cura di Ballarin A.
Padova, 1996; ril., pp. 1412, ill., tavv. col., cm 25x34.
(Università di Padova. Dipartimento di Storia delle Arti Visive e della Musica. Pittura del Rinascimento nell'Italia Settentrionale. 3).

OMAGGIO (prezzo di copertina: € 483.40)

Jacopo Bassano. Vol. 2: Jacopo Bassano. Tavole (1531-1568)

chiudi

Gli internati militari italiani. Diari e lettere dai lager nazisti. 1943-1945

Gli internati militari italiani. Diari e lettere dai lager nazisti. 1943-1945

Giulio Einaudi Editore

Torino, 2009; br., pp. LXIV-338, ill., cm 14,5x22.
(Einaudi. Passaggi).

collana: Einaudi. passaggi

ISBN: 88-06-20236-7 - EA7N: 9788806202361

Soggetto: Saggi Storici

Periodo: 1800-1960 (XIX-XX) Moderno

Luoghi: Italia

Testo in: testo in  italiano  

Peso: 0.429 kg




la rivendicazione della resistenza antifascista si e' ridotta per decenni al dibattito politico sulla guerra partigiana. negli ultimi anni registriamo il recupero di una dimensione piu' ampia. contiamo la resistenza contro i tedeschi delle forze armate all'8 settembre. poi la guerra partigiana e la deportazione politica e razziale nei lager di morte. la partecipazione delle forze armate nazionali alla campagna anglo-americana in italia. e infine la resistenza degli imi nei lager tedeschi: le centinaia di migliaia di militari che invece della guerra nazifascista scelsero e pagarono la fedelta' alle stellette della patria. le stellette a cinque punte sul bavero della divisa (piccoli pezzi di metallo povero o un quadratino di stoffa) sono il simbolo tradizionale dei militari italiani. la fedelta' alle stellette fu la motivazione piu' comune e diretta della grande maggioranza dei 650000 militari italiani che preferirono la prigionia nei lager tedeschi al passaggio dalla parte nazifascista. questi 650000 prigionieri erano degli sconfitti che avevano vissuto il fallimento del regime fascista la misera fine delle guerre di mussolini lo sfacelo delle forze armate all'8 settembre. tutti avevano ragione di sentirsi traditi dal re e da badoglio che li avevano abbandonati senza ordini agli attacchi tedeschi. cio' nonostante una grande maggioranza di questa massa di sbandati preferi' la fedelta' alle stellette e la prigionia nei lager. (dalla prefazione di giorgio rochat)

non disponibile - NON ordinabile

COMPRA ANCHE



OFFERTE E PROMOZIONI

design e realizzazione: Vincent Wolterbeek / analisi e programmazione: Rocco Barisci